Warning: Only the first byte will be assigned to the string offset in /home/datatrad/subdomains/store.datatrade.sm/wp-content/plugins/responsive-menu/v4.0.0/inc/helpers/custom-functions.php on line 218

Sonnet presenta la soluzione rack per Mac Studio con moduli di espansione PCIe

[vc_row row_height_percent=”0″ override_padding=”yes” h_padding=”2″ top_padding=”2″ bottom_padding=”1″ overlay_alpha=”50″ gutter_size=”3″ column_width_percent=”100″ shift_y=”0″ z_index=”0″ uncode_shortcode_id=”115270″ shape_dividers=””][vc_column width=”1/1″][vc_custom_heading text_size=”fontsize-155944″ separator=”yes” uncode_shortcode_id=”195652″]

Sonnet presenta la soluzione rack per Mac Studio con moduli di espansione PCIe

[/vc_custom_heading][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text uncode_shortcode_id=”770479″]Sonnet Technologies ha annunciato RackMac Studio e xMac Studio, sistemi rack per i Mac Studio,  alloggiamenti che permettono di installare e fissare uno o due Mac Studio in rack. Disponibile in tre configurazioni, xMac Studio consente di ospitare un Mac Studio e un modulo di espansione per schede PCIe. Tutti e due i sistemi vantano altezza 3U, pensati per l’installazione in rack standard da 19″, offrendo spazio per il collegamento in sicurezza di periferiche Thunderbolt o USB dietro il pannello.

[/vc_column_text][vc_single_image media=”103318″ media_width_percent=”100″ uncode_shortcode_id=”203098″][vc_column_text uncode_shortcode_id=”189679″]RackMac Studio supporta l’installazione di due Mac Studio, protetti da un pannello frontale rimovibile, offrendo accesso agli slot SD e a porte frontali e posteriori. Un cavo USB passthrough collegato sul pannello permette lo switch da un computer all’altro senza bisogno di accedere al retro per collegare tastiera, mouse, unità rimovibili o altri dispositivi USB. RackMac Studio consente di azionare dal pannello anteriore l’interruttore di alimentazione posteriore del Mac Studio e di collegare un cavo USB passante montato sul pannello a una delle porte USB-A, permettendo all’utente di accendere e spegnere ciascun computer senza dover accedere al retro e di collegare facilmente una tastiera, un mouse, una chiavetta USB o un altro dispositivo USB alla parte anteriore dell’involucro.

[/vc_column_text][vc_single_image media=”103301″ media_width_percent=”100″ uncode_shortcode_id=”169739″][vc_column_text uncode_shortcode_id=”192088″]xMac Studio è un rack da 16,5″ con altezza 3U, con supporto per schede PCIe su astucci Thunderbolt, e includono supporto sia per moduli di espansione con uno slot, sia quelli con tre slot. È disponibile anche un modello senza slot di espansione, utile per chi dispone già di sistemi quali Sonnet Echo III o DuoModo). Al pari di RackMac Studio, anche xMac Studio consente di sistemare il computer in un pannello removibile, offrendo accesso facilitato a slot SD, porte frontali e posteriori. È presente un pulsante per accendere/spegnere il computer, e il cavo passthrough USB con un hub/quattro porte USB-A per connettere dispositivi direttamente nella parte anteriore del rack.

[/vc_column_text][vc_single_image media=”103297″ media_width_percent=”100″ uncode_shortcode_id=”129828″][vc_column_text uncode_shortcode_id=”184423″]È inoltre disponibile anche un modello senza modulo di espansione per i clienti che ne possiedono già uno da un sistema Sonnet Echo III o DuoModo, ha spiegato Sonnet.

Come il RackMac Studio, l’xMac Studio fissa il computer dietro un pannello frontale rimovibile e offre un accesso aperto allo slot per schede SD e alle porte anteriori e posteriori del computer.

L’xMac Studio include lo stesso gruppo di pulsanti di accensione per accendere e spegnere il computer, ma sostituisce il cavo USB passthrough a una porta con un hub USB-A a quattro porte per il collegamento dei dispositivi nella parte anteriore del contenitore.

L’xMac Studio è dotato di guide regolabili che ne supportano l’installazione in rack profondi da 16 a 24 pollici. Al posto di un secondo computer, xMac Studio include un modulo di espansione da Thunderbolt a scheda PCIe in due configurazioni opzionali.

[/vc_column_text][vc_single_image media=”103319″ media_width_percent=”100″ uncode_shortcode_id=”576849″][vc_column_text uncode_shortcode_id=”142196″]Il modello xMac Studio/Echo III incorpora un modulo di espansione Echo III (lo stesso utilizzato nei sistemi di espansione Echo III Desktop, Echo III Rackmount e DuoModo di Sonnet).

Dispone di uno slot PCIe 3.0 x16 e due slot PCIe 3.0 x8; ospita schede PCIe a tutta altezza e lunghezza (fino a 12,28 pollici) e le collega alla porta Thunderbolt del computer tramite un cavo Thunderbolt (40Gbps) incluso.

Il modulo integra un alimentatore universale da 400 W e include un connettore di alimentazione ausiliario da 75 W per le schede non GPU che richiedono un’alimentazione supplementare.

Il modulo include un interruttore di modalità che consente l’uso di tre schede PCIe Avid Pro Tools | HDX e dispone di due ventole di raffreddamento Noctua per un funzionamento ultra-silenzioso.

eo.

[/vc_column_text][vc_single_image media=”103302″ media_width_percent=”100″ uncode_shortcode_id=”252178″][/vc_column][/vc_row][vc_row row_height_percent=”0″ back_color=”accent” overlay_alpha=”50″ gutter_size=”3″ column_width_percent=”100″ shift_y=”0″ z_index=”0″ uncode_shortcode_id=”203481″ back_color_type=”uncode-palette”][vc_column column_width_percent=”100″ gutter_size=”3″ style=”dark” overlay_alpha=”50″ shift_x=”0″ shift_y=”0″ shift_y_down=”0″ z_index=”0″ medium_width=”0″ mobile_width=”0″ width=”1/1″ uncode_shortcode_id=”385663″][contact-form-7 id=”102914″][/vc_column][/vc_row]

Apple presenta M2 Pro e M2 Max: la nuova generazione di chip per flussi di lavoro di livello superiore

[vc_row row_height_percent=”0″ override_padding=”yes” h_padding=”2″ top_padding=”2″ bottom_padding=”1″ overlay_alpha=”50″ gutter_size=”3″ column_width_percent=”100″ shift_y=”0″ z_index=”0″ uncode_shortcode_id=”119595″ shape_dividers=””][vc_column width=”1/1″][vc_custom_heading separator=”yes” uncode_shortcode_id=”140350″]

Apple presenta M2 Pro e M2 Max: la nuova generazione di chip per flussi di lavoro di livello superiore

[/vc_custom_heading][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text uncode_shortcode_id=”202275″]I chip M2 Pro e M2 Max danno i superpoteri a MacBook Pro e Mac mini, con una CPU e una GPU più potenti, fino a 96GB di memoria unificata e un’efficienza energetica all’avanguardia nel settore.[/vc_column_text][vc_single_image media=”103247″ media_width_percent=”100″ uncode_shortcode_id=”122011″][vc_column_text uncode_shortcode_id=”167606″]Apple ha annunciato oggi M2 Pro e M2 Max, due SoC (system on a chip) di ultima generazione che portano a nuovi livelli le già straordinarie prestazioni ad alta efficienza energetica dei processori Apple. M2 Pro amplia l’architettura del chip M2 per offrire una CPU fino a 12-core e una GPU fino a 19-core, insieme a un massimo di 32GB di veloce memoria unificata. M2 Max potenzia ulteriormente le capacità del chip M2 Pro, con una GPU fino a 38-core, il doppio della banda di memoria unificata e fino a 96GB di memoria unificata. Le sue prestazioni per watt all’avanguardia nel settore lo rendono il chip più potente ed efficiente a livello energetico per un portatile di fascia professionale. Entrambi i chip hanno inoltre tecnologie ottimizzate e studiate ad hoc, tra cui un Neural Engine 16-core più veloce e il potente media engine di Apple. M2 Pro introduce per la prima volta su Mac mini prestazioni pro, mentre M2 Pro e M2 Max portano a un nuovo livello le prestazioni e le capacità straordinarie di MacBook Pro da 14″ e 16″.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row row_height_percent=”0″ back_color=”accent” overlay_alpha=”50″ gutter_size=”3″ column_width_percent=”100″ shift_y=”0″ z_index=”0″ uncode_shortcode_id=”203481″ back_color_type=”uncode-palette”][vc_column column_width_percent=”100″ gutter_size=”3″ style=”dark” overlay_alpha=”50″ shift_x=”0″ shift_y=”0″ shift_y_down=”0″ z_index=”0″ medium_width=”0″ mobile_width=”0″ width=”1/1″ uncode_shortcode_id=”385663″][contact-form-7 id=”102914″][/vc_column][/vc_row]